Eziopatogenesi

I fattori che causano la genesi delle setole, sono numerosi, ed alcuni tuttora non sono conosciuti.
Li distinguiamo in fattori predisponenti ed in cause determinati. Tra i fattori predisponenti incontriamo:
- Errori di pareggio, che determinano instabilità della muraglia con conseguente aumento delle pressioni e concussioni in punti particolari;
- Errori di ferratura, come ferri troppo corti, ferri troppo stretti, assenza di contatto tra ferro e parete o l´uso di ramponi;
- Danni al corium determinati da un´infezione o dalla migrazione di un ascesso;
- Eccessiva lunghezza dell´unghia che aumenta il raggio di leva e quindi le pressioni sulla muraglia;
- Traumi alla corona, che determinano un´alterazione nella parete e quindi un locus minor resistentiae;
- Conformazione a piedi dritti;
- Mancata cura dei piedi;
- Muraglia scheggiosa;
- Piedi eccessivamente umidi o eccessivamente secchi;
- Eccessiva presenza di buchi per le troppo frequenti ferrature;
- Ferrature con chiodi troppo vicini al margine solcare;
- Stabulazione su lettiera in torba;
- Applicazione d´unguenti acidi o irranciditi.
Come causa determinante, l´unica riconosciuta è quella traumatica. Il fatto traumatico può interessare la corona, per il raggiungersi con gli arti, determinando così la formazione di una setola discendente o di una setola trasversale, oppure può manifestarsi come un´eccessiva pressione localizzata in una piccola area quando il piede contatta il terreno.

L´azione traumatica, anche se non di particolare vigore, potrebbe interessare una porzione di muraglia colpita da fenomeni che ne avessero, in precedenza, diminuito la capacità di resistenza alle forze concussive. In studi condotti da diversi Autori è stato evidenziato che, per determinare una rottura nei filamenti di cheratina, sono necessarie tensioni di energia superiore a tre volte i picchi di tensione registrati in situazioni normali.
Per la comprensione del meccanismo patogenetico, di grande aiuto sono stati gli studi precedentemente illustrati sulla struttura e sulle proprietà meccaniche dello zoccolo.
Riguardo alle setole che si sviluppano in punta, va notato che la maggior parte di queste sono ascendenti ed incomplete, e nessuna è discendente. Dalla bibliografia risulta invece una certa casistica di setole in punta complete. Il fatto che le setole in punta siano pressoché solo ascendenti ed incomplete è dovuto alla particolare meccanica dello zoccolo durante l´appoggio e la staccata. Durante queste fasi si verificano due fenomeni differenti a livello della porzione prossima al margine coronario e all´orlo plantare della punta.
Nella metà superiore, le deformazioni dello zoccolo si trasformano in forze di compressione biasciale azzerando le forze di tensione che si sviluppano dal contatto con il terreno, così questa porzione di zoccolo è resa maggiormente resistente alla propagazione delle setole ascendenti. A livello di margine soleare, le deformazioni della muraglia sono tali da determinare un incremento delle forze di tensione trasversali ai tubuli. Le forze di tensione originano in parte dalle componenti trasversali "c", che originano dalla concussione con il terreno, ed in parte dalla deformazione della muraglia, che distalmente in punta tende a piegarsi verso l´alto e a separarsi.

A livello di quarti e talloni, le forze che attraversano la muraglia sono sia di compressione che di tensione. A queste si aggiungono forze con direzione trasversale allo spessore della muraglia, dovute alle pressioni esercitate da cuscinetto plantare, fettone e cartilagini alari. Queste ultime forze giocano un ruolo molto importante agendo direttamente a livello della corona.
È quindi più facile, che in questa porzione, si verifichi una rottura dell´architettura della muraglia.
Non a caso, la maggior parte delle setole riscontrate in questo studio erano localizzate a livello di quarti e talloni, dove la muraglia e la corona sono più sollecitate da forze di tensioni e dove i loro movimenti sono maggiori.

Sintomatologia

Il solo sintomo riferibile alle setole è la zoppia. La zoppia può presentarsi di vario grado secondo l´estensione, profondità e localizzazione della lezione. In caso di setole profonde la zoppia è sempre presente, sebbene a volte si manifesti solo alle andature veloci.
In alcune setole profonde è possibile riscontrare perdita di sangue e, talvolta, in casi gravi, fuoriuscita di materiale purulento. In questi due casi la zoppia è manifesta a tutte le andature.